Abbracciamo e diamo vita al concetto di comunità
Eventi
agosto: 2018
L M M G V S D
« Mag    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
Seguici anche su
  • Facebook
  • Youtube
  • Twitter

UOMO E MACCHINA parte 3 – l’era moderna

Di Jacopo Lazzaro

 

Gli-italiani-e-internetL’obbiettivo della rubrica è lanciare un’occhiata al futuro fugacemente, trovando per voi le meraviglie prodotte oggi che diverranno il ponte del domani.

Ma giustamente, come suggeriva qualcuno in redazione, cosa saremmo noi se non vi fosse un’evoluzione, un lungo processo alle spalle?

Per questo continuiamo la carrellata delle invenzioni più importanti nella storia recente, concentrandoci questa volta sull’era moderna.

Gli anni ’80 segnano l’inizio dei conflitti internazionali, soprattutto da parte degli Stati Uniti. L’attività di questa nazione, non fosse stato per la nascita di Compact disk e rete internet (come la intendiamo oggi), sarebbe stata estremamente più limitata.

Non ci soffermiamo oltre con il ventesimo secolo; Piuttosto, esploriamo, come in un brain storming, le principali invenzioni di questo nuovo secolo:

Che dire. Nel 2003 viene completamente decifrato il genoma umano, nel 2007 annunciata da Craig Venter la creazione del primo cromosoma artificiale.

Nel 2007 la Apple presenta l’iPhone, che aprirà la strada alla produzione e alla diffusione di massa degli smartphone nel decennio successivo.

Nel 2008 al CERN di Ginevra viene acceso l’acceleratore di particelle LHC al fine di cercare il bosone di Higgs, ed esattamente 4 anni dopo (2012) è stata confermata l’esistenza di questa particella. Cos’è questo “bosone di Higgs”? Denominata anche “particella di Dio”, è la teorizzazione di quel frammento che si ritiene la causa della creazione dell’universo intero.  Un concentrato infinitamente piccolo della materia esistente intorno a noi che, in teoria, in seguito ad uno scompenso o ad un turbamento delle condizioni esterne, è esploso rilasciando la materia.

Viene scoperto un materiale simile al plasma che rende piccoli oggetti invisibili, cancellando la riflessione della luce; viene creato il primo riso OGM per i carenti di vitamina A…

Dolly-the-SheepVengono clonate le prime staminali, addirittura clonati embrioni (senza contare la piccola Dolly, la pecorella clonata dalla madre, morta poi qualche tempo dopo).

Nel campo dell’elettronica digitale, i progressi sono stati considerevoli. Telefoni cellulari, videocamere digitali e lettori MP3 sono diventati oggetti d’uso comune nel corso di pochi anni. Nei paesi industrializzati è stata notevole la diffusione dell’utilizzo della posta elettronica e la progressiva diffusione della banda larga.

In seguito alla diffusione di lettori DVD, streaming video, e la successiva nascita del formato Blu-ray Disc, il formato VHS esce definitivamente di scena dalla distribuzione dei film dall’inizio del 2007, relegato unicamente alla videoregistrazione domestica.blu-ray-disc-b

Progressivamente abbandonati o usciti di produzione a fine decennio oggetti comuni quali floppy disk, musicassette, rullini fotografici, walkman, videoregistratori, stampanti ad aghi. Enorme diffusione invece di chiavette USB e Memory card, fotocamere digitali, iPode lettori mp3, lettori DVD e Blu-ray. Cominciano a diffondersi dispositivi multi-touch.

tag-cloudCon la diffusione del social networking viene coniato il termine web 2.0. Simboli del web 2.0 saranno siti quali YouTube, MySpace, Facebook o Flickr.

Si diffonde in modo capillare, anche tra i giovanissimi e le persone più anziane, l’uso del telefono cellulare, sostituito molto frequentemente da modelli più sofisticati. Molto diffusi a fine decennio saranno anche navigatori satellitari e computer portatili.

Soddisfatti? Sinceramente, speriamo di no.

Chiudiamo quindi la seconda parte della rubrica, entrando nel vivo della nostra sezione.

Attendete news settimanali da Ascolto e Azione.

 Per ascoltare l’audio articolo, clicca sull’icona qui sotto

audio_icon

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *