Abbracciamo e diamo vita al concetto di comunità
Eventi
maggio: 2018
L M M G V S D
« Apr    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  
Seguici anche su
  • Facebook
  • Youtube
  • Twitter

Pilota automatico… in auto

di Jacopo Lazzaro

E' vero: il titolo può sembrare fuorviante.

pilota automatico

Ma vi assicuriamo che non è così, dato che ormai è da quasi cinque anni che si parla di pilota automatico e di auto quasi autonome: i primi modelli sperimentali richiedevano solo accelerazione e frenata, mentre quelli più attuali nemmeno postazione di guida.

Spaziamo dai veicoli a benzina a quelli ibridi ed elettrici (per dare una strizzata d'occhio all'ambiente, restando in tema con COP21);

Ecco di cosa parliamo:

AUDI
Il concpet Robby sfrutta per la guida pilotata un sofisticato mix di segnale GPS (trasmesso via Wi-Fi), telecamere 3D e un sistema in grado di confrontare i tempo reale la struttura urbana. Jack invece è la concept a guida autonoma che viaggia da sola fra California e Nevada. Fino a 7 miglia orarie (112 km/h), cambiando corsia, sorpassando, adattando la velocità ai veicoli intorno. Il cuore sono l’adaptive cruise control e l’Audi side assist: sensori, radar e scanner laser, oltre alla videocamera 3D ad alta risoluzione. Nel 2017 l’ammiraglia A8 avrà di serie il pilota automatico per gestirsi in autonomia nel traffico.

BMW
La nuova BMW Serie 7 comanda musica e telefono con i gesti, si parcheggia da remoto attraverso la chiave telecomando, in pratica mette in campo oggi le tecnologie viste al CES 2015 sull’elettrica i3. Il prossimo step? Internet delle cose, tecnologia mirrorless, realtà aumentata: ovvero il programma in cartellone al CES 2016.

(Foto: Ford)

FORD
Attiva nello sviluppo di veicoli a guida autonoma da 10 anni, Ford ha realizzato l’area test specializzata Mcity: 32 acri inaugurati lo scorso luglio presso l’Università del Michigan. Una fedele riproduzione dell'ambiente urbano, con semafori, attraversamenti pedonali, piste ciclabili, marciapiedi, barriere e segnali: è una città in scala 1:1 dove sviluppare in sicurezza guida connessa e autonoma, big data, mappe 3D aggiornate in real time e sensori laser.

KIA
Anche il costruttore sudcoreano Kia aprirà nel 2016 un parco dove testare i veicoli senza conducente, ad esempio auto come la Soul EV che si comanda con lo smartwatch. Vedremo all’appuntamento di Las Vegas in gennaio dove Kia la porterà per la prima volta, se farà altro oltre a parcheggiare da sola e seguire fedelmente un’altra vettura.

(Foto: Mercedes Benz)

MERCEDES-BENZ
Ricordate Men In Black 2 (2002) con la Mercedes Classe C tutta nera con l’autista gonfiabile che spariva nel volante? Un concetto simile a quello di Mercedes Vision Tokyo Concept con volante a ‘scomparsa’, superfluo perché dotato di pilota automatico. Ma se i clienti possono acquistare oggi solo la guida semiautomatica dei nuovi modelli Classe E e Classe S, la vettura completamente in automatico durante gli incolonnamenti, ha appena esordito in autostrada il primo camion Daimler dotato di Highway Pilot, il sistema automatico dedicato ai bisonti della strada.

NISSAN
L’Intelligent Driving System viene installato nei sistemi del concept IDS, con cui Nissan porterà nel 2016 la guida automatica nel traffico e, entro il 2018, i primi sistemi in grado di cambiare corsia assolutamente da soli in autostrada.

PEUGEOT
Nel luglio 2015 Peugeot è il primo costruttore a ottenere in Europa le autorizzazioni per effettuare test di guida autonoma su strada aperta, in Francia. Quattro prototipi hanno così percorso più di 10mila chilometri senza conducente, e nel 2016 PSA Peugeot Citroën disporrà di 15 prototipi è sarà autorizzato a varcare i confini con la Spagna.

Etos, l'auto driveless sviluppata dagli svizzeri di Rinspeed

RINSPEED
Divertente e, perché no, intrigante il concetto con cui Rinspeed si approccia al pilota automatico. Ha il volante a scomparsa nel cruscotto per far spazio a due schermi Ultra HD da 21,5 pollici. L’auto ovviamente guida da sola mentre noi comandiamo lintrattenimento con la voce o coi gesti.

TESLA
Tesla diventa 7.0. L’auto ha infatti rilasciato l’ultima release del software di bordo. Disponibile per tutti i clienti, la nuova versione del sistema di guida semiautonoma Autopilot aggiunge alcune nuove funzioni alla frenata di emergenza automatica e all’adaptive cruise control evoluto delle berline elettriche. Sterzo e cambio di corsia automatici per la guida in autostrada, avviso per le collisioni laterali e parcheggio autonomo in parallelo.

C'è solo un problema con questo genere di veicoli: affidandoci ad un sistema di guida potenzialmente così sicuro, le assicurazioni potrebbero non aver vita facile…

Con questo articolo speriamo di aver stuzzicato la vostra curiosità: come tutte le tecnologie, l'approdo nel mondo consumer è solo questione di anni. Come le stampanti 3d, le stampanti laser, i forni a microonde, i lettori di codici a barre ed ancora prima i climatizzatori a bordo ed i telefoni cellulari portatili (o in riferimento ad oggi, gli smartphone touch).

Il progresso e la sicurezza ci scivolano tra le dita, scorrendo ed avanzando inesorabilmente.

Da Ascolto e Azione è tutto, aspettateci la settimana prossima puntuali per un nuovo articolo sul progresso della nostra civiltà.

Notizie tratte da Wired

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *