Abbracciamo e diamo vita al concetto di comunità
Eventi
gennaio: 2018
L M M G V S D
« Dic    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Seguici anche su
  • Facebook
  • Youtube
  • Twitter

Lettera H

di Lia Lazzaro

“H” come HPV, HIV, HPV, HCV, HBV

Queste sigle strane si riferiscono tutte a patologie virali che interessano l’essere umano e sono trasmissibili per via sessuale, oltre che ematica (tramite contatto con il sangue) e contatto con altri fluidi corporei infetti.

stock-photo-herpes-virus-44951461L’Herpes (suddiviso in Zoster e Simplex – quest’ultimo può essere labiale o genitale) è un virus che può essere presente nelle cellule delle mucose di un individuo e può dare origine all’infezione nei momenti di stress: basti pensare all’Herpes delle labbra che puntualmente si ripresenta quando una persona sta attraversando momenti impegnativi e difficili.  L’Herpes Zoster invece è conosciuto anche come “fuoco di Sant’Antonio” e l’infezione si dirama in corrispondenza delle terminazioni nervose del busto, di solito in corrispondenza delle costole; questa infezione è molto dolorosa e deve essere curata necessariamente con una terapia sistemica.  L’Herpes localizzato ai genitali deve essere trattato sotto controllo medico e la sua cura deve essere in combinata anche con il trattamento del/della partner, altrimenti l’infezione viene “palleggiata” tra i due individui della coppia (per ulteriori informazioni si può consultare questo sito).

stock-photo-hiv-virus-isolated-on-white-background-61663594L’HIV (Human Immunodeficiency Virus) è ben noto alla popolazione da almeno un trentennio e numerose sono le campagne di informazione e prevenzione per questo virus. Quando l’infezione è presente a livello del sangue (si vede con un normale prelievo ematico) si parla di sieropositività, da non confondere con l’AIDS (Sindrome da Immuno-Deficienza Acquisita) che è la manifestazione clinica della sieropositività, quando  diverse patologie, anche di carattere tumorale, insorgono nel paziente sieropositivo che non ha difese immunitarie sufficienti per combattere le patologie che sopraggiungono (per approfondimenti si può consultare il questo sito).

5d1d7894dbdaaf17bdff325e785b8d33In precedenti rubriche abbiamo già considerato l’HPV (Human Papilloma Virus), che si localizza a livello genitale e provoca alterazioni cellulari importanti con degenerazione dei tessuti in forma cancerosa (per approfondimenti vedi Rubrica Sessualità – lettera “A”).

download (4)L’HCV (Hepatitis C Virus) colpisce  il fegato, causando un’infezione massiva e molto pericolosa, che può compromettere l’intero organismo. È trasmesso per via ematica, tramite l’utilizzo di materiale chirurgico non adeguatamente sterilizzato, con i rapporti sessuali e anche dalla donna al feto durante la gravidanza o l’allattamento. Vista la pericolosità di questo virus la prevenzione è ancora la miglior arma per cercare di combatterlo, in quanto non esistono vaccini e anche la terapia medica spesso rallenta ma non cura definitivamente la patologia (per approfondimenti vedi sito).

illustration-of-hepatitis-b-virus-david-marchalL’HBV (Hepatitis B virus) colpisce anch’esso il fegato, ma essendovi la possibilità di prevenzione tramite il vaccino la sua diffusione è stata notevolmente ridotta e di conseguenza è diminuita la sua “pericolosità” per l’individuo; tuttavia, dal momento che sempre più spesso i genitori non vaccinano i figli, a causa dell’errata informazione che aleggia intorno a questo argomento (e anche a causa del “terrorismo psicologico” attuato  intorno  alle  vaccinazioni)  questa  patologia  virale è in aumento ed è  necessario  implementare la  campagna di prevenzione  (ad esempio  utilizzo  di profilattico  durante i rapporti  sessuali con soggetti infetti da HBV e/o altri virus).   Per ulteriori informazioni sul virus HBV, sulla prevenzione, vaccinazione e altro è possibile consultare questo sito .

Quelle elencate sono solo alcune malattie sessualmente trasmissibili, perché la lista è molto più lunga…  Pertanto, nel rispetto di se stessi, del/della partner e della futura prole è necessario attuare gli screening di base per individuare i soggetti positivi, prevenire le infezioni tramite l’uso del profilattico, vaccinarsi ove possibile quando l’altro individuo della coppia ha positività per i test, evitare i comportamenti promiscui per non far dilagare le infezioni.

Gli screening sierologici sono obbligatori per le coppie che intendono affrontare una gravidanza: purtroppo molte volte questo è anche il momento in cui si scopre che gli esami sono positivi…

Allora la prevenzione rimane ancora l’arma migliore, soprattutto tra gli adolescenti, al fine di non mettere a rischio la salute propria e altrui.  Mettersi deliberatamente a rischio di contagio è considerato in psichiatria un comportamento auto-lesivo e talvolta “suicidario” (quando si è consapevoli che l’altra persona è positiva al test); la stessa promiscuità sessuale nei giovani potrebbe celare un disturbo psichiatrico (per ulteriori informazioni vedi lo studio pubblicato sulla rivista la Stampa).

vaccino-papilloma-virusInfine un doveroso appello ai genitori che non sanno se vaccinare o meno i propri figli: negli ultimi anni vi sono stati numerosi articoli che sconsigliavano la vaccinazione ai bimbi, affermando che i vaccini potessero essere responsabili di patologie quali ad esempio l’autismo; purtroppo la smentita non è stata pubblicizzata quanto la campagna di “terrorismo” vaccinale…  Ritengo che sia giusto che i genitori decidano in modo consapevole qual è la cosa migliore da fare, ma per poter fare ciò è necessario che le informazioni siano complete ed esaustive. A tal proposito consiglio di consultare il sito (genitoripiu) in cui è possibile trovare il confronto tra gli studi scientifici a favore e contro le vaccinazioni, oltre che ad altri numerosi argomenti circa la protezione dei propri figli (vedi gli 8 passi del genitore). 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *